Sicilia DOC Nero D'Avola Rapitalà 2019
Visualizza ingrandito

Sicilia DOC Nero D'Avola Rapitalà 2019

Rapitalà

Caratteristiche

Tipologia
Tipologia
Provenienza
Provenienza
Sicilia
Denominazione
Denominazione
Sicilia DOC
Uve
Uve
Nero d'Avola 100%
Filosofia
Filosofia produttiva
Tradizionali
Affinamento
Affinamento
In acciaio e bottiglia
Annata
Annata
2019
Grado Alcolico
Grado Alcolico
13.0%
Formato
Formato
Bottiglia 75 cl
Note
Note
Contiene solfiti
Codice Vinopuro
Codice Vinopuro
VP016859
  • Prodotto non disponibile
€ 7,56

AVVISAMI QUANDO ARRIVA inserisci la tua email:

Avvisami quando disponibile

I consigli di Vinopuro

Bicchiere Consigliato
Bicchiere
Calice apertura media
Bicchiere
E’ il calice perfetto per i vini rossi leggeri e di media struttura; questi vini non necessitano del contatto prolungato con l’ossigeno per esaltare al meglio il loro bouquet. Anzi, è consigliata un’apertura leggermente più stretta del calice: questa aiuta la concentrazione e la direzione dei profumi verso il naso. In questo modo, si aumenta la percezione degli aromi, esaltandone le sensazioni.
Temperatura
Temperatura
16-18 °C
Longevità
Longevità
Questo vino è già pronto per essere degustato ora, con grande soddisfazione.
Abbinamenti
Abbinamenti
Affettati e Salumi, Pasta al sugo di carne, Risotto con carne, Carni lesse

Descrizione

La più conosciuta e storica uva siciliana, dall’intenso colore e dalle potenti strutture. Le uve raccolte a metà settembre sono vinificate in purezza (ovvero senza aggiunta di altre uve), in piccoli contenitori di acciaio inox, per preservarne la fragranza, con macerazioni medio lunghe a temperature controllate. Non fa invecchiamento in botti di legno. E' un vino fresco, brillante, giovane, dal colore rosso purpureo, con sentori all’olfatto di frutta rossa matura, intenso e armonico al gusto. Tipicamente speziato e concentrato, va gustato con piatti di carni non troppo strutturati entro un paio d'anni dalla vendemmia. Piacevole!

Produttore "Rapitalà"

Rapitalà

I vini Rapitalà sono il frutto della felice unione tra l'anima siciliana e il know-how francese. Nel 1968, il conte Hugues Bernard de la Gatinais e sua moglie Gigi Guarrasi di Palermo, ereditarono questa tenuta, distrutta dal terremoto del Belice del 1968. La cantina fu ricostruita e i vigneti della Valle del Belice reimpiantati, includendo non solo le varietà autoctone, ma anche alcune delle varietà francesi più amate dal conte de la Gatinais: succede così che Rapitalà "s'impossessa" dell...

Visti di recente

Seguici sui nostri social per restare sempre aggiornato

Vinopuro è un marchio depositato. Tutti i diritti sono riservati. Copyright 2021
E' vietata la riproduzione anche parziale di materiali presenti in questo sito.
Mediaweb Group srl. P.IVA e Cod.Fisc. 05009740969
Le informazioni riportate su Vinopuro.com possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Email: [email protected]